CULTURA

L’EREMO DI SANT’ANGELO

Per la rocciosa erta di pietra ancora viva,

l’eremo di Sant’Angelo il core sempre ci ravviva.

Sito santificante di millenaria etade,

di quella fede e di cultura immensa

che fu del monachesimo calabro fonte e dispensa,

tanto da illuminare degli homini il loro core,

verso fede,speranza e pure amore.

Amore dell’immenso, che avvolge tutti

sotto il Firmamento.

Studioso William Toscano

 

 

 

 

“LA SCUOLA VISTA MERITOCRATICAMENTE”

Considerazioni

Il ricordo del grande Napoleone Bonaparte,che faceva generale chi avesse dimostrato sul campo il proprio valore,ci riporta s.e.,al concetto meritocratico,che,per chi scrive,implica,s.e.,integrazione allargata;

e,allora,come volere procedere nel sistema scolastico italiano? Dotare tutti i comparti della scuola di un supporto meritocratico,nel senso di dotare il sistema scolastico italiano di un supporto,di docenti atti a integrare,meritocraticamente,il complesso scolastico dei docenti ordinari.Forse,con tali esperti estranei,nei più disparati campi della conoscenza,si sarebbe potuto assicurare,nel momento che entrava l’euro,come moneta nuova,un potere d’acquisto-valore ordinario,alle nazioni dell’unione,aventi un euro come valore di potere ordinario debole,rispetto agli stati con monete-valore ordinario forte,di almeno 3 volte,3 volte e mezzo,il valore ordinario d’acquisto dei precedenti ordinari stati.

Operando in tal senso,sempre con il supporto degli esperti meritocratici,si sarebbe potuto evitare il crollo monetario della Grecia.

                                                       Studioso William Toscano

 

 

 

 

NATALE SANTO

Viene il Natale,

e il suo mister più grande,

all’orbitar delle Comete Sante.

Pace e speranza

per l’uman consorzio,

gioia dei bimbi,

degli anziani tutti.

Natale Santo

Sia la Tua parola accetta,

all’imminenza del levar del Mondo.

Natale : festa

che tutto il mondo avvolge,

per l’attrazion universal

sentita :

Speranza Grande

che a ognuno addita,

che l’uomo è santo,

se meditar può tanto.

Sia per questo,

meraviglioso Avvento,

la Pace Santa

in su la terra intiera,

sia per Lui

allontanato e sempre

il tentator degli uomini mortali :

e garantita al mondo,

la CERTEZZA SANTA,

che sol può opporsi

all’infernale banda.

Studioso William Toscano

Aggiunta dell’Arcivescovo della diocesi di Cosenza del tempo Eccellenza Mons. Dino Trabalzini : “Ringrazio della cortese attenzione e della bella riflessione sul Natale del Signore. Accogliendo

i sentimenti espressi, con fede e speranza, ricambio

gli auguri per il nuovo Anno, sereno e benedetto

da Dio”.

Dino Trabalzini

 

 

IL RITORNO DEL SOLDATO

Soldato che ritorni,

da inuman conflitto,

per l’odio di colui che tutto vuole afflitto.

Tu, che da luoghi arcani,

non porti nel tuo cuor,

i canti dei cristiani,

e il lor soave amor.

Tu, che tra fossi e valli,

a piè, o sui cavalli,

tra l’infuriar degli uomini,

in ciel guardasti fisso,

come aspettando il bacio del Grande Crocefisso;

or che ferito riedi,

ignudo e impolverato,

piangendo in terra siedi per ciò che tu hai trovato!

Il sangue non si sparse,

semplicemente al campo,

ma l’ira umana assalse il desco senza scampo.

Il tuo Pierino è morto;

e morta è la sposina,

la madre, il tuo conforto,

la gente più vicina.

Or tu, che del coraggio sei stato sempre il figlio;

che nell’infausta sorte,

a Dio volgesti il ciglio,

a Lui rivolgi or dunque,

una fervente prece chiedendo in terra pace!

Studioso William Toscano

 

 

MEDITAZIONE LIBRARIA

Tacito,mesto,altero,

con mente superiore,

a Te importa invero

sfuggire dall’orrore,

che povertà umana,

nutre, e te allontana.

Le massime sublimi;

la scienza delle stelle;

il grande ragionar;

tu solo puoi ammirar.

Tesori che lumeggiano

il progredire umano,

come nel ciel lampeggiano,

e l’Alfa,e il bell’Urano,

a Te le menti eccelse,

si possono accostar.

La polvere ti rode,

ma questo non ti cale,

e men se da Erode

il tuo padron t’assale;

la plurità dei mondi,

fa si che ciò non conti.

E sufficienza impara,

quando trattando scienza,

come inutil si vari,

del frontespizio lenza,

con grande nocumento

del  credulo portento,

ch’al pari d’un immondo,

picciol crisalidino,

se penetra in profondo,

non può capir latino;

che studio ch’ei faccia,

è meglio che ne taccia!

Studioso William Toscano

L’homo in Stivale

Or son tant’anni,

ed il ricordo è vago,

l’homo in Stivale,

affidasi alla sorte.

Questa,è un cavallo,un numero,un segnale,

da cui dipende la popolazione…

E’veramente gaio,

notare nei giorni d’apertura,

che la moneta”sorridendo” scorre;

ma più sorrisi ricevon i suoi padroni,

che sempre più s’accostan,

al lor gran Mammone.

Però peccato,

l’homo non sta cheto;

e a domandar dei giochi io m’arrischiai;

ma quale enorme,amaro.tristo viso,

in quegli ameni giocator,

ho mai veduto spuntar,

e che morale!

Seppi peraltro,

che la forsennatezza,

si cela sotto il viso del sorriso,

e tristemente,

perch’io in fondo di questa Italia,

non sono forestiero,

quanta miseria,

oltre a quella dei giochi

ho rincontrata!

William Toscano