); ga('send', 'pageview');
Mon, 22 Oct 2018

Articoli Recenti

  • LA REPUBBLICA DELLE MELANZANE…….

    Non è certo il caso di quel povero cittadino che, per il “furto” di una melanzana del valore di 20 centesimi , ha subito tre gradi di giudizio e solo al terzo,in Cassazione, si è visto riconoscere la non gravità(tenuità) del gesto da non doversi considerare reato…..


  • LEGA-M5STELLE:IL MEGLIO O IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE……

    Accadrà che, giorno dopo giorno, i 5Stelle più della Lega saranno costretti,pragmaticamente, a vistosissime marce indietro rispetto ai pronunciamenti in campagna elettorale perché saranno costretti a misurarsi con la feroce realtà dei numeri,sia che si tratti di quelli occorrenti per mettere insieme una maggioranza di governo sia che si tratti di miliardi da tagliare per mantenere l’impegno del reddito di cittadinanza…………


  • DOPO IL “RENZUSCONI” ECCO IL “GRILLUSCONI”… IL POTERE LOGORA CHI NON CE L’HA

    Comunque la si voglia vedere,alla fine,il M5Stelle si è dovuto piegare a votare uno dei candidati di Forza Italia. Il rifiuto di sedersi a un tavolo insieme a Berlusconi, messo in scena per timore delle possibili reazioni della base “grillina”, non “ copre” il fatto politico, inequivocabile, che Roberto Fico è stato eletto alla presidenza della Camera anche dai voti di Forza Italia e in base ad un accordo sottoscritto con lo “psiconano” di grillina definizione…..


  • AL SUD MAFIA CAMORRA E ‘NDRANGHETA NON HANNO VOTATO

    De Luca parla di un 72 per cento di consensi per il M5Stelle che è più del doppio rispetto al 2013 ma c’è chi lo corregge sostenendo che in effetti si tratta del 52 per cento.Naturalmente c’è chi ha legittimamente protestato per l’arbitraria criminalizzazione del voto a Casal di Principe ma pur concedendo che De Luca abbia volutamente esagerato………


  • PD CALABRIA: MA QUALE RIGENERAZIONE!! SEMPRE GLI STESSI…..

    Che Oliverio e la sua corte di governo non godessero di un giudizio positivo da parte dei calabresi era risaputo a livello di partito e a livello di governo.Matteo Renzi , da rottamatore mancato, ha preferito assecondarlo e sostenerlo, nella convinzione che in termini elettorali tornava utile proprio per la gestione marcatamente clientelare che gli veniva attribuita…….



  • PANICO A SINISTRA…..OLIVERIO ANNUNCIA DI RICANDIDARSI…

    A rileggere i suoi discorsi,fatti in più occasioni, il trionfalismo è dominante ma riguarda obiettivi da conseguire e non obiettivi raggiunti.Fa dire ai suoi sottoposti che in nome della moralizzazione ha violato “santuari” intoccabili fino al suo arrivo alla guida della Regione.La verità è,invece, che lui è arrivato sempre dopo la magistratura quando diventava impossibile far finta di non sapere……………….


  • DA ALDO MORO ED ENRICO BERLINGUER A MATTEO SALVINI E LUIGI DI MAIO……

    Non è tanto il doppiopetto di Moro a confronto con la felpa e la camicia fuori dai pantaloni di Salvini, diversamente il confronto non riguarderebbe Luigi Di Maio sempre rigorosamente in giacca e cravatta.Il confronto riguarda la personalità,lo spessore del pensiero politico, l’ancoraggio ai problemi reali del Paese e alla sua governabilità.Il senso dello Stato e della democrazia innanzitutto.Ora non si vuole fare il torto a Salvini e Di Maio di non avere……